Il sito francosaladino.it utilizza i cookies per offire ai propri utenti una corretta e ottimale navigazione. I cookies utilizzati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookies che utilizziamo e su come eliminarli, vedere la nostra informativa su privacy e cookies

BIOGRAFIA

Franco Saladino è nato a Cagliari nel 1950. Oggi vive e lavora a Treviso.
Diplomato geometra ben presto subisce il fascino delle maestranze dell'artigianato e della decorazione, nel rispetto e nel solco della migliore tradizione murale Veneta e così inizia la sua ricerca approfondendo lo studio dei materiali. A partire dallo stucco spatolato, amato dal Maestro arch. Carlo Scarpa, si orienta verso materiali naturali e completamente biologici, approdando alla fine ad uno dei più antichi materiali: la calce.
Ma il perno della ricerca e dell'esperienza sta nella conservazione e nella valorizzazione del “Mestiere Artigiano”. La trasmissione dei Saperi Artigiani è un fondamentale passaggio per non perdere “i Saperi” delle maestranze Venete, di quell' Artigianato con la A maiuscola che ha fatto grande la storia dell'arte italiana.

Dal 1991 diventa Maestro tenendo i primi corsi professionali per Artigiani in Umbria, ad Assisi, poi in Toscana, Piemonte, Friuli, Germania, Francia, Spagna e Stati Uniti presso l'American College of the Building Arts a Charleston in Carolina del Sud.
La Stampa italiana lo cita come un Maestro che ”sulla scia della migliore tradizione artigiana ed italiana...trasforma in vibranti forme espressive la sua padronanza dei materiali: calce, polvere di marmo, sabbia, cocciopesto, terre, ossidi ed acqua.” (La tribuna di Treviso- 02-09-2014).

Franco Saladino avvia nel 1981 l'omonima impresa di pitture murali divenuta DOMUS AUREA SRLCR nel 2012: dopo aver lavorato a lungo a fianco dei migliori Maestri veneziani, ne raccoglie ed elabora l'eredità manuale e culturale, con lo scopo di recuperare e continuare le antiche tecniche e sviluppare tecniche decorative "contemporanee".
L'assoluta superiorità dell'intervento finito è affidata alla maestria dell'esecutore e alla scelta di materie prime, tutte rigorosamente naturali.